AREA DI INTERESSE

SINDROME METABOLICA

Con 'sindrome metabolica' viene indicato un insieme di fattori di rischio legati a condizioni che aumentano la possibilità di sviluppare patologie cardiovascolari e diabete.


Chi presenta sindrome metabolica ha un rischio due volte maggiore di sviluppare malattie cardiache e cinque volte maggiore di sviluppare il diabete.


Si tratta di una condizione asintomatica, cioè chi ne soffre si sente bene, fino all’insorgere di patologie cardiovascolari o diabete conclamato. Quindi anche in assenza di una sintomatologia specifica è bene, in presenza di fattori di rischio controllare alcuni parametri del sangue.


Esistono fattori di rischio che predispongono allo sviluppo della sindrome metabolica:

Una quantità eccessiva di grasso corporeo, specie a livello addominale; (sono considerati patologici valori superiori a 94 cm di circonferenza addominale nell’uomo e a 80 cm nella donna).

Elevati valori di colesterolo LDL e trigliceridi nel sangue.

Bassi livelli di colesterolo HDL.

Ipertensione arteriosa (valori>140/90).

Resistenza all’insulina, con conseguenti livelli elevati di glucosio nel sangue.

Iperuricemia.


Tramite l’autoanalisi del sangue in farmacia QuiPuoi, è possibile quantificare il rischio di sviluppare sindrome metabolica; in particolare è importante tenere sotto controllo alcuni parametri, colesterolo totale, colesterolo HDL e trigliceridi e glicemia.

COLESTEROLO TOTALE e COLESTEROLO HDL

Il colesterolo, insieme ai trigliceridi e ai fosfolipidi, è uno dei grassi presenti nel nostro organismo, dove svolge funzioni importanti per la nostra vita. Il cosiddetto colesterolo buono è trasportato dalla proteina HDL, mentre il cosiddetto colesterolo cattivo dalla proteina LDL.

I livelli del colesterolo totale nel sangue e quelli del colesterolo HDL e LDL sono importanti parametri da tenere sotto controllo, poiché soprattutto una carenza di colesterolo HDL (colesterolo buono), rappresenta un’importante fattore di rischio per l’insorgenza di malattie cardiovascolari. In farmacia grazie all’autoanalisi del sangue Qui Puoi è possibile misurare tali parametri in modo semplice, veloce e affidabile.

I TRIGLICERIDI

I trigliceridi sono grassi assunti soprattutto tramite l’alimentazione, e rappresentano i principali componenti del tessuto adiposo, comunemente definito grasso corporeo, con funzione energetica di riserva.

Un valore elevato di trigliceridi nel sangue costituisce uno dei parametri di valutazione del rischio di malattie cardiovascolari e potrebbe essere segno di scorrette abitudini di vita (quali l’abitudine al fumo, l’abuso di alcool, sedentarietà e alimentazione scorretta.

In farmacia grazie all’autoanalisi del sangue QuiPuoi è possibile misurare tale parametro in modo semplice, veloce e affidabile.

I valori normali* nel sangue sono:

Colesterolo totale: fino a 200 (mg/dl).

Colesterolo HDL:

> a 40 (mg/dl): rischio più alto malattie coronariche
≥ 60 (mg/dl): rischio più basso malattie coronariche

Trigliceridi: fino a 200 (mg/dl).

*Come da standard di riferimento. Vedi foglietto illustrativo delle confezioni dei test di autoanalisi

AUTOANALISI

in farmacia

AUTOANALISI

domiciliare

trova la farmacia qui puoi