AREA DI INTERESSE

MONITORAGGIO TERAPIA ANTICOAGULANTE

Sempre più persone si sottopongono a terapie con farmaci anticoagulanti orali, per es. il Warfarin, in quanto presentano condizioni cliniche come fibrillazione atriale e valvole cardiache artificiali che possono portare alla formazione di coaguli di sangue potenzialmente pericolosi.

Oltre a determinare reazioni differenti a seconda del paziente, la terapia con anticoagulanti orali può essere influenzata da diversi fattori quali dieta, stress, o assunzione di altri farmaci. Per tale motivo i pazienti sottoposti a tale terapia devono monitorare regolarmente la loro coagulazione, misurando tempo di protrombina (PT) e INR (International Normalized Ratio).

Il medico utilizzerà questi valori per modificare il dosaggio del farmaco in modo che il paziente sia sempre all'interno dell'intervallo di valori ottimale, noto come intervallo terapeutico.

Perchè assumere anticoagulanti orali

Il corpo umano possiede un complesso meccanismo chiamato coagulazione che porta il sangue a coagulare in caso di ferita. In condizioni normali questa risposta è necessaria all’organismo per guarire, ma in presenza di certe patologie, dette trombotiche, questo stesso meccanismo può portare alla formazione di coaguli indesiderati potenzialmente mortali.

Le principali cause per le quali è necessaria la terapia anticoagulante sono:

Fibrillazione atriale - irregolarità del battito cardiaco che può causare la formazione di trombi a livello delle pareti atriali (una parte del cuore)

Protesi valvolari cardiache – il trapianto di valvole cardiache con protesi meccaniche. L’organismo può reagire al “corpo estraneo” e innescare un processo coagulativo indesiderato

Trombosi venosa profonda (TVP) - formazione di un coagulo all’interno di una vena della circolazione profonda del muscolo della coscia, della gamba o della pelvi

Ictus: un coagulo originatosi in una parte diversa del corpo migra al cervello causando una interruzione dell’apporto di sangue

Infarto: il tessuto muscolare cardiaco danneggiato da un infarto può portare alla formazione di coaguli a livello del cuore

Se si sviluppa un trombo in una delle regioni sopra elencate, c'è il rischio che venga trasportato dal sito di origine verso un'altra regione del corpo, dove può causare ostruzione dei vasi sanguigni e ulteriori danni.

Tramite l’autoanalisi del sangue in farmacia QuiPuoi, è possibile monitorare il valore di INR. Il valore, senza digitazione del dato, può essere inviato al gestore della terapia che lo valuta e, nel caso modula la terapia.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.coaguchek.it.

AUTOANALISI

in farmacia

AUTOANALISI

domiciliare

trova la farmacia qui puoi